Il contrasto alla pedopornografia online è stata una delle maggiori attività svolte dalla polizia postale e delle comunicazioni di Firenze nel 2021.

L’operazione “Big Surprise” condotta dalla polizia postale su segnalaziomne della polizia canadese ha permesso di individuare 24 persone che sono state soggette a perquisizione personale ed informatica. L’attività si è conclusa con 22 denunciati e 2 arrestati.

Ma l’operazione “Big Surprise” non è la sola, una nuova operazione stavolta denominata “The Punisher” svolta dal compartimento di Firenze con l’ausilio della sezione di Livorno e Pisa, ha portato ad individuare 7 soggetti che attraverso una nota piattaforma social, si sono resi responsabili di condotte illecite. L’attività si è conclusa con 6 denunciati.

Delicate attività d’indagine scaturite dal rinvenimento di due minori in forte stato di ebbrezza presso un parco di Firenze. Sono stati indagati tre minori autori di atti di bullismo ed atti persecutori ai danni di tre compagne di classe, una delle quali affetta da ritardo cognitivo. L’attività si è conclusa con 3 denunciati.

Sempre Una indagine del personale della polizia postale fiorentina con la sezione di Prato ha portato alla denuncia in stato di libertà di un uomo della provincia di Siena per adescamento di minorenni, violenza sessuale e pornografia minorile. L’uomo adescava i minori e li convinceva a mandare contenuti sessuali espliciti inducendoli a credere nel mondo delle fate, successivamente scambiava il materiale pedopornografico ottenuto dalle proprie vittime al fine di riceverne altro.

Infine l’operazione “Green Ocean”, condotta sotto copertura dalla polizia postale di Palermo su canali di file sharing, su piattaforme di chat e nel dark web, ha portato gli agenti di Firenze con l’ausilio della Sezione di Massa, ad eseguire due decreti di perquisizione che hanno portato ad altrettanti arresti.

Claudio Greggio presidente dell’associazione Una Vita Sottile, commenta: “l’importante lavoro svolto dalla polizia postale è sinonimo di legalità e di tutela dell’infanzia nel contrasto ad un abominio come la pedofilia, ma è importante non fermarsi, bisogna individuare le piccole vittime eper dare loro aiuto e sostegno”.

#

No responses yet

Lascia un commento

Come usare il blog

Per commentare gli articoli è necessario essere registrati al sito.

Viene richiesto quindi un buon comportamento, cioè di mantenere un atteggiamento civile ed educato e di impegnarsi ad agire con rispetto ed onestà sia verso gli altri utenti, sia verso l’amministratore, pubblicando solo messaggi che contengano informazioni corrette e veritiere.

L’amministratore si riserva la facoltà di chiudere i commenti, bannare od espellere gli iscritti in caso di comportamento non consono.

Associazione Una Vita Sottile
Archivi
Disclaimer

Le informazioni contenute nel presente sito internet sono frutto di una accurata selezione di fonti da noi considerate attendibili. Non se ne garantisce l’accuratezza o la completezza e nulla, in questo sito, è stato realizzato per fornire questa garanzia. Il Gruppo ETAV e le associazioni ad esso aderenti non si assumono alcuna responsabilità per i danni derivanti dall’uso d’informazioni contenute in questo sito. Il presente sito web non contiene informazioni aggiornate con cadenza periodica e non può quindi essere considerato “periodico” o in ogni caso “prodotto editoriale ” ai sensi dell’art. 1 legge 62/2001. L’aggiornamento del presente sito web avviene di volta in volta secondo le necessità dell’Associazione Una Vita Sottile, del Gruppo ETAV o delle associazioni ad esso aderenti.

Nomi, marchi e alcuni testi presenti sul sito appartengono ai legittimi proprietari e sono riportati per scopi informativi.

Sito registrato presso l’ass.ne italiana siti contro la pedofilia