Succede a Correggio provincia di Reggio Emilia in Emilia-Romagna. Parole pronunciate contro la moglie, terrorizzata, brandendo un coccio di ceramica di un vaso scaraventato a terra durante una furiosa lite domestica, davanti agli occhi della figlia minorenne della coppia, anch’essa in preda al terrore.

L’altra sera, l’uomo, rientrato a casa in stato di alterazione, dopo un diverbio ha cominciato a urlare, ha scaraventato a terra il vaso e ha minacciato la moglie sotto gli occhi atterriti della figlia che supplicava il padre di smetterla.

La donna è riuscita a sfuggirgli chiudendosi in bagno, ma l’uomo è riuscito ad entrare anche li e ha colpito la donna con un pugno, facendola cadere a terra e facendole sbattere la testa contro la lavatrice. Poi l’ha afferrata per le braccia cercando di portarla fuori dal bagno e di trascinandola a terra.

Proprio in questi terribili attimi è avvenuto l’intervento dei carabinieri allertati da un cittadino, che sono riusciti a immobilizzare l’uomo e ad arrestarlo.

Grazie all’intervento tempestivo dei carabinieri non solo si è potuto evitare il peggio in quella drammatica circostanza, ma è anche venuta alla luce una storia di violenze domestiche prolungate: i maltrattamenti dell’uomo nei confronti della moglie, infatti, secondo i militari dell’Arma proseguivano da almeno 5 anni.

L’uomo è stato arrestato per resistenza, lesioni e maltrattamenti in famiglia.

I miliari dentro l’abitazione hanno trovato la donna, una 33enne, in stato di shock e con segni evidenti di percosse sul volto e sui polsi, e la bambina, anch’essa in evidente stato di agitazione e in preda al pianto.

#

No responses yet

Lascia un commento

Come usare il blog

Per commentare gli articoli è necessario essere registrati al sito.

Viene richiesto quindi un buon comportamento, cioè di mantenere un atteggiamento civile ed educato e di impegnarsi ad agire con rispetto ed onestà sia verso gli altri utenti, sia verso l’amministratore, pubblicando solo messaggi che contengano informazioni corrette e veritiere.

L’amministratore si riserva la facoltà di chiudere i commenti, bannare od espellere gli iscritti in caso di comportamento non consono.

Associazione Una Vita Sottile
Archivi
Disclaimer

Le informazioni contenute nel presente sito internet sono frutto di una accurata selezione di fonti da noi considerate attendibili. Non se ne garantisce l’accuratezza o la completezza e nulla, in questo sito, è stato realizzato per fornire questa garanzia. Il Gruppo ETAV e le associazioni ad esso aderenti non si assumono alcuna responsabilità per i danni derivanti dall’uso d’informazioni contenute in questo sito. Il presente sito web non contiene informazioni aggiornate con cadenza periodica e non può quindi essere considerato “periodico” o in ogni caso “prodotto editoriale ” ai sensi dell’art. 1 legge 62/2001. L’aggiornamento del presente sito web avviene di volta in volta secondo le necessità dell’Associazione Una Vita Sottile, del Gruppo ETAV o delle associazioni ad esso aderenti.

Nomi, marchi e alcuni testi presenti sul sito appartengono ai legittimi proprietari e sono riportati per scopi informativi.

Sito registrato presso l’ass.ne italiana siti contro la pedofilia