Troppo spesso ci si troverà nella vita in situazioni nelle quali è richiesto intervenire per il bene di qualcun altro. Questo è quello che è successo alla cameriera di un ristorante la quale si era accorta che qualcosa non andava come doveva ed è riuscita così a salvare la vita da un bambino.

Ci troviamo negli stati uniti. La protagonista, della nostra storia, è Flavaine Carvalho, una cameriera in servizio durante una serata di Capodanno. La donna stava camminando tra i tavoli, intenta a fare il suo lavoro, quando si è imbattuta in questa famiglia con un bambino di 11anni.

Quando si avvicina per prendere un ordine, nota immediatamente qualcosa di strano, tutti i componenti della famiglia stavano mangiando e il bambino invece no, il suo piatto non c’era. Avvicinatasi, ha domandato ai clienti se fosse tutto apposto, guardando ed indicando il piatto vuoto del piccolo. Il padre, in malo modo, quasi seccato della domanda della cameriera affermò che il ragazzo avrebbe mangiato più tardi a casa.

Flavaine riuscì però ad incrociare gli occhi del piccolo e si è resa conto che aveva il viso pieno di ematomi e ferite. Questo fu il segno definitivo che confermò che qualcosa non andava bene in quella famiglia. Subito la cameriera si è diretta in cassa, ha preso un biglietto e ha scritto semplicemente “Ti serve aiuto?“. Poi ha messo il biglietto dietro la schiena e lo ha fatto leggere solo al bambino, mettendosi di spalle ai genitori accertandosi che questi non si accorgessero di nulla.

Hha guardato il piccolo per vedere la sua reazione e si è accorta che stava annuendo. Questo le è stato sufficiente per azionare subito un pronto intervento. In disparte ha immediatamente chiamato la polizia che intervenuta sul posto, ha tratto in arresto i genitori.

Il bambino portato in ospedale, è stato visitato e gli accertamenti hanno evidenziato di traumi e percosse anche di molti anni. Flavaine ha salvato questo bambino.

#

No responses yet

Lascia un commento

Come usare il blog

Per commentare gli articoli è necessario essere registrati al sito.

Viene richiesto quindi un buon comportamento, cioè di mantenere un atteggiamento civile ed educato e di impegnarsi ad agire con rispetto ed onestà sia verso gli altri utenti, sia verso l’amministratore, pubblicando solo messaggi che contengano informazioni corrette e veritiere.

L’amministratore si riserva la facoltà di chiudere i commenti, bannare od espellere gli iscritti in caso di comportamento non consono.

Associazione Una Vita Sottile
Archivi
Disclaimer

Le informazioni contenute nel presente sito internet sono frutto di una accurata selezione di fonti da noi considerate attendibili. Non se ne garantisce l’accuratezza o la completezza e nulla, in questo sito, è stato realizzato per fornire questa garanzia. Il Gruppo ETAV e le associazioni ad esso aderenti non si assumono alcuna responsabilità per i danni derivanti dall’uso d’informazioni contenute in questo sito. Il presente sito web non contiene informazioni aggiornate con cadenza periodica e non può quindi essere considerato “periodico” o in ogni caso “prodotto editoriale ” ai sensi dell’art. 1 legge 62/2001. L’aggiornamento del presente sito web avviene di volta in volta secondo le necessità dell’Associazione Una Vita Sottile, del Gruppo ETAV o delle associazioni ad esso aderenti.

Nomi, marchi e alcuni testi presenti sul sito appartengono ai legittimi proprietari e sono riportati per scopi informativi.

Sito registrato presso l’ass.ne italiana siti contro la pedofilia