Blitz contro la pedopornogafia in tutta Italia. Sono 17 le perquisizioni effettuate dalla Polizia di Stato e un arresto. A finire in manette un 32enne bresciano che filmava gli abusi sulla figlia. Dall’analisi forense dei dispositivi informatici trovati in possesso è emerso che il pedofilo era particolarmente attivo su una chat in cui venivano condivisi video di abusi sessuali nei confronti di bimbi molto piccoli l’uomo possedeva ingenti quantitativi di materiale pedopornografico.

Le indagini, coordinate dalle procure dei Tribunali di Milano e Brescia traggono origine da una segnalazione proveniente dal Canada e sono state svolte dagli agenti del CNCPO Centro Nazionale per il Contrasto alla Pedopornografia Online. Il Centro è la risposta della Polizia di Stato ai criminali che usano la rete per delinquere senza frontiere nei confronti dei minori.

È istituito presso il Servizio Polizia postale e delle comunicazioni del Dipartimento della Pubblica Sicurezza, e si occupa di prevenzione e repressione di questi reati.

Nel corso dell’operazione sono finiti sotto sequestro 22 smartphone, 3 notebook. Sotto chiave anche 8 hard disk, 4 pendrive usb e 2 tablet. Più di 5mila i video contenuti nei dispositivi informatici. Addirittura gli agenti della Polizia Postale hanno rinvenuto filmati autoprodotti che ritraevano l’uomo in atti sessuali praticati nei confronti della propria figlia.

#

No responses yet

Lascia un commento

Come usare il blog

Per commentare gli articoli è necessario essere registrati al sito.

Viene richiesto quindi un buon comportamento, cioè di mantenere un atteggiamento civile ed educato e di impegnarsi ad agire con rispetto ed onestà sia verso gli altri utenti, sia verso l’amministratore, pubblicando solo messaggi che contengano informazioni corrette e veritiere.

L’amministratore si riserva la facoltà di chiudere i commenti, bannare od espellere gli iscritti in caso di comportamento non consono.

Associazione Una Vita Sottile
Archivi
Disclaimer

Le informazioni contenute nel presente sito internet sono frutto di una accurata selezione di fonti da noi considerate attendibili. Non se ne garantisce l’accuratezza o la completezza e nulla, in questo sito, è stato realizzato per fornire questa garanzia. Il Gruppo ETAV e le associazioni ad esso aderenti non si assumono alcuna responsabilità per i danni derivanti dall’uso d’informazioni contenute in questo sito. Il presente sito web non contiene informazioni aggiornate con cadenza periodica e non può quindi essere considerato “periodico” o in ogni caso “prodotto editoriale ” ai sensi dell’art. 1 legge 62/2001. L’aggiornamento del presente sito web avviene di volta in volta secondo le necessità dell’Associazione Una Vita Sottile, del Gruppo ETAV o delle associazioni ad esso aderenti.

Nomi, marchi e alcuni testi presenti sul sito appartengono ai legittimi proprietari e sono riportati per scopi informativi.

Sito registrato presso l’ass.ne italiana siti contro la pedofilia