Per due anni ha abustato sessualmente della sorellina della compagna. Gli abusi sarebbero stati commessi ricorrendo anche a subdole modalità di adescamento e addirittura al ricatto. Il pedofilo ha minacciato di uccidersi nel caso in cui la bambina rivelasse la verità.

Il 27enne aveva conosciuto la dodicenne quando aveva iniziato la relazione con l’allora fidanzata, sorella maggiore della vittima. In ragione del suo rapporto di parentela acquisita il l’uomo godeva della fiducia della famiglia e si vedeva spesso affidata la piccola. Per le stesse ragioni aveva ottenuto la simpatia e la fiducia della ragazzina, che aveva esitato a parlare alla famiglia delle violenze subite.

Gli abusi avvenivano nella casa del 27enne on zona stanga, oppure nella gelateria dove l’uomo lavorava. L’iniziazione agli abusi era avvenuta imponendo alla dodicenne la visione di filmati a carattere pornografico. Gli abusi sulla ragazzina sono in iziati dopo la nascita della primogenita dell’uomo.

L’ex gelataio aveva addirittura minacciato di uccidersi se la ragazzina avesse rivelato gli abusi.

L’aria prostrata della piccola e le eccessive confidenze che l’uomo usava con lei, hanno messo in allarme la madre e la sorella della ragazzina. convinta a parlare, la ragazzina ha finalmente rivelato di essere vittima di violenza da anni da parte del 27enne gelataio, dando così il via alla denuncia.

Dopo essere stato allontanato da casa, aveva tentato di avvicinare la dodicenne cercando di convincerla a ritrattare. Per sottrarsi all’arresto, l’uomo ha anche tentato di organizzare la sua fuga approfittando del nuovo lavoro di corriere.

La vigilia di natale sono scattate le manette ed è stato trasferito in al carcere Due Palazzi di Padova.

#

No responses yet

Lascia un commento

Come usare il blog

Per commentare gli articoli è necessario essere registrati al sito.

Viene richiesto quindi un buon comportamento, cioè di mantenere un atteggiamento civile ed educato e di impegnarsi ad agire con rispetto ed onestà sia verso gli altri utenti, sia verso l’amministratore, pubblicando solo messaggi che contengano informazioni corrette e veritiere.

L’amministratore si riserva la facoltà di chiudere i commenti, bannare od espellere gli iscritti in caso di comportamento non consono.

Associazione Una Vita Sottile
Archivi
Disclaimer

Le informazioni contenute nel presente sito internet sono frutto di una accurata selezione di fonti da noi considerate attendibili. Non se ne garantisce l’accuratezza o la completezza e nulla, in questo sito, è stato realizzato per fornire questa garanzia. Il Gruppo ETAV e le associazioni ad esso aderenti non si assumono alcuna responsabilità per i danni derivanti dall’uso d’informazioni contenute in questo sito. Il presente sito web non contiene informazioni aggiornate con cadenza periodica e non può quindi essere considerato “periodico” o in ogni caso “prodotto editoriale ” ai sensi dell’art. 1 legge 62/2001. L’aggiornamento del presente sito web avviene di volta in volta secondo le necessità dell’Associazione Una Vita Sottile, del Gruppo ETAV o delle associazioni ad esso aderenti.

Nomi, marchi e alcuni testi presenti sul sito appartengono ai legittimi proprietari e sono riportati per scopi informativi.

Sito registrato presso l’ass.ne italiana siti contro la pedofilia