Ha torturato la figlia e le ha iniettato la candeggina. Lo scopo della 28enne madre, sarebbe stato quello di finire in carcere per salvarsi dalle angherie del suo partner.

La piccola è ricoverata in ospedale con lesioni, la donna è stata arrestata, durante gli interrogatori ha confessato di aver torturato la figlia e di aver anche provato ad ucciderla tutto perché non l’amava e voleva disfarsi di lei per finire in carcere e liberarsi così dai maltrattamenti del suo partner.

Claudio Greggio presidente dell’Associazione Una Vita Sottile commenta: “Questa donna, il suo compagno e l’intero nucleo familiare dei due, non può crescere dei bambini, chiedo che vengano resi adotabili, è una triste decisione, ma è necessaria per salvare i bambini”.

#

No responses yet

Lascia un commento

Come usare il blog

Per commentare gli articoli è necessario essere registrati al sito.

Viene richiesto quindi un buon comportamento, cioè di mantenere un atteggiamento civile ed educato e di impegnarsi ad agire con rispetto ed onestà sia verso gli altri utenti, sia verso l’amministratore, pubblicando solo messaggi che contengano informazioni corrette e veritiere.

L’amministratore si riserva la facoltà di chiudere i commenti, bannare od espellere gli iscritti in caso di comportamento non consono.

Associazione Una Vita Sottile
Archivi
Disclaimer

Le informazioni contenute nel presente sito internet sono frutto di una accurata selezione di fonti da noi considerate attendibili. Non se ne garantisce l’accuratezza o la completezza e nulla, in questo sito, è stato realizzato per fornire questa garanzia. Il Gruppo ETAV e le associazioni ad esso aderenti non si assumono alcuna responsabilità per i danni derivanti dall’uso d’informazioni contenute in questo sito. Il presente sito web non contiene informazioni aggiornate con cadenza periodica e non può quindi essere considerato “periodico” o in ogni caso “prodotto editoriale ” ai sensi dell’art. 1 legge 62/2001. L’aggiornamento del presente sito web avviene di volta in volta secondo le necessità dell’Associazione Una Vita Sottile, del Gruppo ETAV o delle associazioni ad esso aderenti.

Nomi, marchi e alcuni testi presenti sul sito appartengono ai legittimi proprietari e sono riportati per scopi informativi.

Sito registrato presso l’ass.ne italiana siti contro la pedofilia